Agevolazioni fiscali per installazione antifurto

sistemi antifurto bologna

Anche per il 2022 sono stati rinnovati gli incentivi statali per l'acquisto di Sistemi di sicurezza/antifurto!

Perciò un utente privato che si fa installare un Sistema anti intrusione può usufruire di varie agevolazioni fiscali.

La prima, a condizione che deleghi l'installazione ad un professionista, è l'IVA al 10% anziché al 22%.

La seconda è la detrazione del 50% dell'importo complessivo (iva compresa). Per godere di tali opportunità non è necessario istruire alcuna pratica burocratica, ma è sufficiente effettuare il pagamento tramite bonifico bancario per ristrutturazione edilizia.

 

ATTENZIONE: questa opportunità è sfruttabile solo in caso di acquisto del Sistema d'allarme. Le aziende che offrono un servizio di comodato d'uso (abbonamento con canone mensile) non consentono l'accesso alle detrazioni, in quanto legalmente rimangono loro le proprietarie dell'impianto. Sarebbe pertanto opportuno per il Cliente tenerne conto prima di stipulare contratti pluriennali visto che, grazie agli incentivi di cui sopra, è normalmente già sufficiente il primo anno per rientrare dell'investimento e non avere altri costi in tutti gli anni successivi...

 

 

 

CESSIONE DEL CREDITO E SCONTO IN FATTURA

Occorre però sviscerare un argomento controverso per quanto riguarda la possibilità di cedere il credito fiscale (con sconto in fattura o altre formule). Questa materia è trattata nell'Art. 121 del Decreto Rilancio (n. 34/2020)

 

Il Bonus Sicurezza, pur rientrando apparentemente nelle ristrutturazioni, viene associato nel Comma 1 dell'Art. 16-bis del Tuir, alla lettera f), ossia "interventi relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi".

 

Un chiarimento in merito fornito direttamente dall'Agenzia delle Entrate sulla sua rivista ufficiale Fisco Oggi, dice espressamente:

 

"In particolare, con riferimento alla spese relative agli interventi sul patrimonio edilizio, si fa richiamo ai lavori di cui all'articolo 16-bis, comma 1, lettera a) e b) del Tuir (manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazioni edilizie). Gli interventi relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio di compimento di atti illeciti da parte di terzi, tra i quali rientrano l'installazione di impianti di sicurezza (inferriate, porte blindate, sistemi antifurto o videosorveglianza), sono invece indicati dalla lettera f) dello stesso articolo 16-bis, che non viene richiamata dall'art. 121 del Decreto Rilancio. Per tale motivo si ritiene che non sia possibile effettuare la cessione del credito (e, conseguentemente, sconto in fattura) su questo tipo di lavori

 

 

Purtroppo c’è parecchia superficialità in molte aziende, anche nel settore Sicurezza, nel trattare questo argomento. Il nostro consiglio è di fare attenzione a non rischiare di avere spiacevoli sorprese a distanza di anni, qualora doveste essere oggetto di accertamenti fiscali…

 

 

 

 

Download
Agenzia delle Entrate: guida alle detrazioni 50%
Scarica la guida dell'Agenzia delle Entrate, aggiornata.
Guida_Ristrutturazioni__edilizie_luglio_
Documento Adobe Acrobat 4.3 MB
Download
Circolare agevolazioni fiscali
Scarica la circolare con le istruzioni dedicate alle agevolazioni riservate ai Sistemi di sicurezza
Circolare agevolazioni fiscali 2021.pdf
Documento Adobe Acrobat 272.0 KB